Hyperloop Milano-Malpensa in 10 minuti? E' allo studio

Hyperloop Milano-Malpensa in 10 minuti? E' allo studio

Lo studio di fattibilità fra Fnm e Hyperloop dura "6 mesi", ha detto Gresta, spiegando che il costo stimato per l'infrastruttura di Hyperloop varia da 20 a 40 milioni di dollari al Km. Di fatto oggi non esiste alcun sistema in sperimentazione, anche se a Tolosa esiste un prototipo del veicolo, che ora aspetta una linea vera di collaudo (ad oggi c'è solo un tubo di prova da 320 metri di linea, altre prove sono state effettuate con modelli in scala ridotta).

L'obiettivo è quello di studiare i vantaggi riguardo la diminuzione delle tempistiche di trasporto ferroviario tradizionali che, secondo una prima ipotesi, potrebbero passare dagli attuali 43 minuti a dieci minuti. Durante lo studio saranno anche approfonditi i consumi energetici legati al nuovo sistema e i costi connessi all'intera operazione. "La Cadorna-Malpensa è una tratta particolarmente significativa, tra le aree più popolate del Paese - ha commentato Andrea Gibelli presidente del Gruppo Fnm - e con questa tecnologia la Lombardia potrebbe avere due City Airport, Linate e Malpensa, equidistanti da Milano". I cambiamenti climatici richiedono il passaggio immediato verso un modello economico basato su sistemi resilienti e sostenibili. Italiano da anni trapiantato nella Silicon Valley, Gresta ha sottolineato come Hyperloop TT sia l'unica società a poter vantare il diritto all'uso esclusivo del marchio e di tecnologie come la lievitazione magnetica passiva, il VIBRANIUM. FNM metterà a disposizione le proprie competenze ingegneristiche e infrastrutturali per sfruttare l'innovazione nei trasporti, caratteristica distintiva di Hyperloop. "E' ideata come un'enorme infrastruttura a energia rinnovabile, una rete di comunicazione a banda larga e un sistema di trasporto efficiente".

"L'opportunità per la Lombardia e per l'Italia - ha aggiunto Gibelli - è quella di entrare a far parte, da protagonista, di un network che unisce università, imprese, ricercatori e ingegneri di tutto il mondo che stanno studiando le innovazioni legate alla tecnologia del 'vuoto'". Questo significa sviluppare la cultura dei distretti tecnologici aperti e delle piattaforme su cui chiunque può dare un contributo di esperienza.

Ferrovie Nord, dunque, ha deciso di investire su quest'idea davvero quasi fantascientifica iniziando, sin da subito, l'analisi di fattibilità per una tratta che avrebbe un impatto incredibile sotto tutti i punti di vista, primo tra tutti quello business. La startup Hyperloop (tm) nel 2013 ha preso le redini del progetto originariamente avviato da Elon Musk e poi è sbarcata ufficialmente in Italia con l'intento di realizzare un treno a levitazione magnetica che viaggia all'interno di un tunnel sopraelevato in ambiente sottovuoto, per minimizzare la resistenza aerodinamica.

"Entriamo nella quarta rivoluzione industriale - afferma Bibop Gresta, fondatore e Ad di Hyperloop Italia - e la porta viene aperta da qui, dalla Lombardia, la prima regione economica italiana".