Coronavirus, Oms vede "possibilità realistica" di fermare epidemia

Coronavirus, Oms vede

Per Tedros Adhanom Ghebreyesus, il virus "può creare più sconvolgimenti politici, economici e sociali di qualsiasi attacco terroristico".

Il direttore generale dell'Oms Tedros Adanhom Ghebreyesus è convinto che esista una "possibilità realistica" di fermare l'epidemia di coronavirus Covid-19. La nuova denominazione sostituisce la precedente, 2019-nCoV, decisa in modo provvisorio quando sono stati individuati i primi casi di malattia. Per sconfiggere l'epidemia di coronavirus "abbiamo bisogno di una condivisione aperta ed equa", ha aggiunto il direttore generale ricordando l'importanza di aver sequenziato e condiviso a livello globale il genoma del virus.

Il nome ufficiale della malattia da nuovo coronavirus è Covid-19.

"La nostra revisione dimostra che il coronavirus è trasmissibile almeno quanto il virus della Sars, e questo dice molto della serietà della situazione", afferma Joacim Rocklov dell'Università di Umea. "L'Italia è uno dei pochi paesi che ha bloccato i voli con la Cina". La sigla scelta, inoltre, "dà anche un format standard da usare per ogni futura epidemia di coronavirus", ha spiegato il direttore generale dell'organizazzione sanitaria internazionale. Nel frattempo, salgono a 130 i contagi riscontrati sulla nave da crociera Diamond Princess, attualmente al largo di Yokohama, dove nelle ultime ore sono stati segnalati ulteriori 60 casi.

Il ministro della Salute Roberto Speranza intanto ha fatto sapere che al momento non ci sono le condizioni per procedere con la sospensione dell'accordo di Schengen, che regola la libera circolazione delle persone e delle merci in Europa. In un'intervista all'ANSA Anthony Fauci, fra i più celebri immunologi del mondo, annuncia: "Due o tre mesi solo per il primo test del vaccino".