Coronavirus, Hong Kong: quarantena per i visitatori dalla Cina

Coronavirus, Hong Kong: quarantena per i visitatori dalla Cina

Intanto nella giornata di ieri sono tornati in Italia i connazionali che si trovavano a Wuhan. Il 17enne italiano di Grado (Gorizia) rimasto a Wuhan, invece, non ha il coronavirus.

Centinaia di medici e paramedici stanno protestando a Hong Kong chiedendo al governo locale la chiusura del confine con la Cina, come misura per bloccare il contagio del coronavirus di Wuhan. Gli altri otto belgi rimpatriati da Wuhan, epicentro del focolaio di coronavirus, sono risultati tutti negativi ai test. Inoltre altre persone a bordo della nave manifestano sintomi influenzali. Sono state le autorità a confermarlo. Secondo la Cnn si tratta della Diamond Princess ormeggiata nel porto di Yokohama con 2.600 passeggeri e 1.045 membri dell'equipaggio. Si tratta della seconda vittima al di fuori della Cina continentale, dopo quella di domenica nelle Filippine.

Il Giappone ha messo in quarantena una nave da crociera con 3.500 persone a bordo dopo che un passeggero di 80 anni è risultato positivo al coronavirus cinese.

Cina, carcere per chi diffonde notizie false - I tribunali cinesi scendono in campo per "arginare" l'emergenza coronavirus. I morti sono 425. Scattato l'isolamento precauzionale in due città della provincia cinese orientale dello Zhejiang a Taizhou e in tre distretti della capitale Hangzhou. In tutto sono 46 le compagnie che hanno sospeso voli da e per la Cina. Lo ha annunciato il governatore dell'ex colonia portoghese, Ho Iat-seng. Lo segnala l'ultimo bilancio fornito dalle autorità e i media cinesi. La Thailandia ha riportato finora 19 casi accertati di coronavirus. L'epidemia di polmonite virale in Cina ha interrotto la fornitura di componenti per il cablaggio, ha detto un portavoce della Hyundai. Non è chiaro quando la produzione potrebbe riprendere, la casa automobilistica sta discutendo con il sindacato la possibilità che nuovi impianti siano costretti a sospendere la produzione. Ma ha anche chiesto loro di sostenere la riapertura delle industrie che in molte parti del Paese è fissata per lunedì prossimo. Hyundai ha fabbriche in Corea del Sud ma anche all'estero, in particolare in Cina.