Coronavirus, due casi sospetti alla frontiera: treno bloccato nel Brennero

Coronavirus, due casi sospetti alla frontiera: treno bloccato nel Brennero

Le ferrovie austriache hanno bloccato tutti i treni da e per l'Italia a causa della diffusione del coronavirus. La decisione, come si legge sul sito Oe24.at, è stata presa dalle autorità dopo che circa trecento passeggeri di un treno partito da Venezia e diretto a Monaco di Baviera è stato fermato al confine col Brennero per due casi sospetti di infezione a bordo. Intanto anche la Romania ha preso precauzioni: è stata infatti disposta la quarantena obbligatoria per tutte le persone in arrivo dalla Lombardia e dal Veneto o che siano stati nelle due regioni italiane negli ultimi 14 giorni.

"Un treno è stato fermato nel tratto da Venezia a Monaco al confine austriaco questa sera". Costoro sono stati fatti scendere a Verona a scopo precauzionale, ma resta il fatto che oltre 300 persone sono venute a contatto con i passeggeri in questione. Il capitano distrettuale responsabile del distretto di Innsbruck-Land è stato in grado di impedire l'ingresso in Austria con una rapida reazione. Il treno è arrivato al Brennero alle ore 19,09 con un ritardo di circa 80 minuti.

Sono quindi le autorità italiane che si stanno prendendo carico della situazione e coordinando tutte le procedure per verificare che nessun passeggero abbia il virus.

In territorio austriaco la linea tra Brennero e Innsbruck è attualmente interrotta e i convogli vengono fermati a Steinach. Arriviamo al Brennero e dagli altoparlanti ci comunicano una sosta tecnica di dieci minuti.

L'Austria ha comunque deciso di bloccare l'Eurocity alla frontiera.

Si sospetta dunque che a bordo vi fossero due persone con febbre alta e il sospetto che possa trattarsi di nuovo coronavirus. A quel punto sono scesa dal treno e ho convinto il poliziotto italiano a farmi scendere e sono andata via.