Conte riceve a P.Chigi primo ministro ungherese Orban

Conte riceve a P.Chigi primo ministro ungherese Orban

Nel corso della colazione, Orban e il Cavaliere hanno parlato anche dell'emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Coronavirus, della situazione dei Balcani in vista di un possibile allargamento dell'Unione europea e del contrasto al terrorismo internazionale alla luce degli ultimi attentati e del rischio di una forte ondata di immigrazione dalle coste del Nord Africa. Sono fiducioso che si possa trovare un punto di incontro tra le diverse posizioni: "Forza Italia continuerà ad impegnarsi affinché Orban non lasci la più grande famiglia della democrazia e della libertà in Europa che è appunto il nostro Partito popolare Europeo e ho chiesto, a lui e al suo partito, di dare segnali positivi sulla loro volontà di rimanere come forza attiva nel Partito popolare europeo". Di certo, il futuro politico di Orban e' nelle mani del Ppe.

Il Ppe ha deciso di prolungare la sospensione di Fidesz, il partito del premier ungherese Viktor Orban. Il Ppe, infatti, è diviso tra chi vuole un'alleanza verso destra e chi vuole un'alleanza verso sinistra. "È spaccato e deve decidere cosa fare della sua vita", ha sostenuto Meloni, intervistata da 'Radio 24', prima della partenza per Washington per partecipare all'evento dei conservatori, 'National Prayer Breakfast'. "Le relazioni future dipenderanno completamente dagli sviluppi in Ungheria". È altrettanto vero, però, che per il Ppe rinunciare ai 13 seggi di Fidesz non è una scelta indolore. Salvini, che nella capitale non ha partecipato al convegno "National Conservatism Conference", ha incontrato Orbánin una abitazione privata. Il colloquio tra i due premier è durato un'ora.

Da mesi si rincorrono ricostruzioni di stampa - sempre smentite da Salvini - che lo ritraggono concentrato in un processo di avvicinamento al Ppe.

Fratelli d'Italia sembra guadagnare qualche posizione in più rispetto alla Lega nella classifica europea dei partiti Conservatori. E' quanto si apprende da fonti del partito Popolare europeo, riunito al Parlamento europeo a Bruxelles.