Barcellona, day 2: Raikkonen comanda prima del problema al cambio

Barcellona, day 2: Raikkonen comanda prima del problema al cambio

Si conclude la seconda giornata dei test pre-stagionali di Formula 1. Il pilota finlandese dell'Alfa Romeo prima ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1'17 " 091, aiutato dalle gomme più morbide messe a disposizione da Pirelli, le C5, poi è rimasto fermo lungo il circuito, costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa per recuperare la sua vettura. Il tempo di Raikkonen è un decimo più alto rispetto al migliore di Hamilton di ieri, ottenuto però su gomma C2. Alle spalle di Kimi c'è Sergio Perez, su una Racing Point che continua ad essere la positiva sorpresa di questi test. Il messicano è staccato di 256 millesimi dal battistrada nonostante abbia usato la gomma C3, completando anche ben 144 passaggi. Tra i due piloti della Ferrari si inserisce la Williams di George Russell.

Quarto posto per Albon che ha girato tutta la giornata completando la bellezza di 134 giri. Volutamente in ombra, per il secondo giorno consecutivo, la Ferrari che, a differenza della scorsa stagione, non sta cercando i titoli di giornale concentrandosi sul lavoro oscuro: sesta posizione per Vettel con il tedesco che ha concluso 73 giri mentre Leclerc, sceso in pista in mattinata, ha chiuso in ottava posizione con 49 giri completati.

George Russell non migliora il tempo del mattino e si piazza in settima posizione davanti a Charles Leclerc, fermo anche lui alle prime quattro ore.

MERCEDES LENTA- polemiche invece per il nuovo volante della Mercedes, molto lenta sia con Lewis Hamilton al mattino che con Bottas al pomeriggio.

F1 | Barcellona Test Day 2 Raikkonen al top a fine giornata 2
Barcellona, day 2: Raikkonen comanda prima del problema al cambio

Mercedes, nella seconda giornata di test, ha sicuramente catturato l'attenzione grazie a nuova tecnologia, chiamata DAS, che ha già scatenato una moltitudine di voci nel paddock.

Decima posizione per Lando Norris con la McLaren MCL35 in 1:18.474, davanti a Romain Grosjean con la Haas.

Poco prima dell'interruzione, Valtteri Bottas aveva parcheggiato la Mercedes W11 all'interno del box a causa di un problema alla parte ibrida, che ha posto fine in anticipo al programma del finlandese.