Totti: "Tornare alla Roma con altra proprietà? Mai dire mai"

Totti:

E siamo certi che sia così! Sul passato da dirigente aggiunge: "Da calciatore ero più espansivo, ero più me stesso; da dirigente devi essere più pacato, stare attento a quello che dici, a contro chi dici. le parole sono fondamentali".

C'è mai stata una partita della Roma in cui ti saresti strappato i vestiti da dirigente per entrare in campo? Parecchie partite avevo voglia di spogliarmi, potevo ancora dire la mia. "Un Totti a 25 anni non giocherebbe sicuramente alla Roma, già se lo sarebbero comprato". Perlustro, vedo, riesco a trovare qualche giovane promettente. Sono uno che si mette sempre in gioco, amo conoscere cose nuove. "Voglio vedere cosa mi porterà il futuro, sicuramente saranno cose positive".

Francesco, dalla sua Totti Soccer School, ha infine affermato: "Io ho sempre avuto la passione: per un giocatore è tutto". Se lavori con determinazione e spensieratezza, ti esce fuori qualcosa di incredibile. La fine, però, prima o poi arriva. La mia è stata inaspettata, ma giusta. Ora l'ho metabolizzata, ma c'ho messo due anni, perché non è stata una scelta mia.

E ancora: "Quando oggi vedo qualcuno di quei giocatori del Real mi dicono: ma tu sei matto, hai rinunciato alla squadra più forte del mondo". Ieri ha fatto il giro del web il video nel quale il numero 10 per eccellenza giallorosso calcia una punizione con il suo team Totti Sporting Club, nel campionato di calcio a 8: una punizione dalla destra calciata di esterno, con una forza tale da creare un effetto a girare da sinistra verso destra che disorienta gli avversari in barriera e l'estremo difensore, e che termina la sua traiettoria nel sette.