Star dell'Nba Kobe Bryant muore in un incidente in elicottero

Star dell'Nba Kobe Bryant muore in un incidente in elicottero

Kobe Bryant, ex cestista NBA e leggenda dei Los Angeles Lakers, è morto in un incidente di elicottero in California, nella contea di Los Angeles. A riportare la notizia è il sito Tmz. Lo scrive il sito americano Tmz. Tutti i passeggeri sarebbero morti. L'elicottero ha preso fuoco una volta precipitato e inutili sono stati i soccorsi. Anche Gianna Maria, 13 enne figlia di Kobe Bryant, è morta nell'incidente.

Lo schianto è avvenuto nella località di Calabasas. Alcuni scatti mostrano una lunga colonna di fumo in una zona collinosa della contea di Los Angeles. Bryant lascia oltre alla moglie Vanessa anche i loro altri tre figli: Natalia, Bianca e il neonato Capri. La star della Nba era abituato ad utilizzare l'elicottero per spostarsi già quando giocava per i Lakers dalla sua villa di Newport Beach fino allo Staples Center, il palazzetto di casa.

Dopo il suo ritiro, i Lakers avevano ritirato entrambe le maglie usate da Kobe Bryant, la 8 e ala 24, un onore mai riservato ad altri giocatori della franchigia californiana. Qualche prima della tragedia, Bryant si era congratulato con LeBron James che a Philadelphia lo aveva superato nella classifica dei migliori realizzatori di tutti i tempi della storia Lakers issandosi al terzo posto assoluto della Nba. "Grande rispetto per mio fratello King James", aveva twittato Kobe.

Classe 1978, Kobe inizia ad avvicinarsi al basket sin da piccolo in Italia, spostandosi nelle diverse sedi dei club per i quali gioca il padre Joe Bryant, ultima delle quali è Reggio Emilia, la città degli amici e della passione crescente per il canestro.

Danilo Gallinari, campione di basket italiano da anni tra i giganti della Nba (in questa stagione gioca con gli Okhlahoma Thunders), contattato dall'Ansa riesce appena a comunicare il suo dolore per la morte di una leggenda dello sport mondiale come Bryant. "Sono esterrefatto, non me la sento di dire altro".