Ritirato salame "Prima Qualità": possibile presenza di salmonella

Ritirato salame

Diffuse dalle autorità sanitarie, come di consueto, le indicazioni utili per il riconoscimento dei salumi a rischio. Infatti il ministero della Salute ha previsto il ritiro dagli scaffali di un lotto di salame targati Bertoletti per rischio microbiologico. Sede dello stabilimento dell'azienda è Via delle Boschine 6, Graffignana, in provincia di Lodi. Il provvedimento è stato firmato oggi, martedì 31 dicembre, e pubblicato sul sito del ministero nell'apposita sezione dedicata ai richiami di prodotti alimentari. Sono distribuite a marchio Conad, mentre il lotto è il numero MT 189 (data di scadenza o termine minimo di conservazione 08-10-2020). Come sottolineato dal socio titolare, inoltre, il lotto in questione è stato già ritirato a scopo preventivo e non si trova più in circolazione.

Bertoletti, pronto a dimostrare i risultati attraverso laboratori accreditati, ha concluso evidenziando che finora non hanno ricevuto dall'ATS (Agenzia Tutela Salute) la ticipizzazione dal patogeno.

Il Ministero della Salute ha pubblicato l'avviso riguardante il richiamo del "Salame Prima Qualità" del Salumificio Bertoletti a Lodi, per un evidente rischio dovuto alla presenza di salmonella, il lotto oggetto dell'allerta è il numero 251019 con scadenza 20 aprile 2020.

La salmonella è l'agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche.

Questo batterio presenta più di 2000 varianti, ma i ceppi più comuni sono la "salmonella enteritidis" e la "salmonella typhimurium".

È possibile suddividere le infezioni provocate da questo agente batterico in due forme: tifoidee e non tifoidee. A questi vanno aggiunti latte crudo, carne e derivati se poco cotti e frutta e verdura che sono state contaminate al momento del taglio.