Milan, si presenta Kjær:"Essere qui è un sogno"

Milan, si presenta Kjær:

"Ora è arrivata la chance di vestire la maglia del Milan e ringrazio l'Atalanta per avermi fatto partire", afferma Simon. "Il derby sarà speciale, ne ho giocati tanti in carriera, spero di aggiungere alla lista anche quello di Milano". "L'Atalanta è una bella società ma col mister non ha funzionato a livello tattico". "San Siro è uno stadio speciale". Quella è un'ottima società ma non mi sono trovato bene con Gasperini per questioni tattiche. "Io do il massimo ogni volta". "Sono qui per aiutarlo perché è uno dei migliori al mondo, ma è ancora molto giovane e posso essergli utile con la mia esperienza".

Su Donnarumma: "È molto bravo tra i pali, sono qua per spingerlo". Il portiere bosniaco, arrivato in prestito dal Bournemouth per sostituire Reina e fare da vice a Donnarumma, è "onorato" per la chiamata ricevuta, definisce "fantastici" i primi allenamenti ma non si fa illusioni sul futuro: "La situazione per ora è questa, tra sei mesi valuteremo". La sua presenza è importante, non deve nemmeno parlare.

"L'obiettivo è migliorare ogni giorno e fare più punti possibili".

Begović: "Un piacere avere un compagno di squadra come Ibrahimovic". Le qualità ci sono, poi con un giocatore come Ibra è un qualcosa in più, sul campo e nella testa. Adesso è presto, dobbiamo pensare di migliorare giorno per giorno.

"Per me il Milan è sempre stato un sogno, quando c'è stata la possibilità l'ho colta al volo". Abbiamo lo stesso obiettivo, dare una mano al Milan per arrivare più in alto possibile. A Milanello si respira grande storia, è un piacere essere qui.

Quali sono prime sensazioni al Milan: "È stato incredibile il benvenuto che mi è stato dato".