La colonna di cenere e fulmini dal vulcano Taal, nelle Filippine

La colonna di cenere e fulmini dal vulcano Taal, nelle Filippine

Alte colonne di cenere illuminate dai fulmini e strisce di lava sono uscite alle prime ore del mattino dal vulcano Taal, nelle Filippine, che ieri si è risvegliato facendo tremare la terra e facendo temere una imminente eruzione esplosiva. I sismologi hanno rilevato che il magma si stava spostando verso il cratere di Taal, uno dei vulcani più attivi del paese situato a 65 chilometri a sud di Manila.

In tutta l'area si avvertono chiaramente rombi sordi e continue scosse a livello del terreno e le autorità hanno alzato il livello di allerta mentre l'Istituto di Vulcanologia e Sismologia nazionale ha avvertito della possibilità di un'eruzione nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

Le Filippine si trovano sulla 'cintura di fuoco' del Pacifico dove le placche tettoniche entrano in collisione provocando terremoti e attività vulcaniche. Ci sono anche diversi comuni all'interno della zona in pericolo, ciascuno con decine di migliaia di persone, molti sono pescatori. Essendo molto pesante, potrebbe addirittura essere in grado di far crollare i tetti delle abitazioni. "Le autorità locali hanno disposto l'evacuazione delle località situate nell'immediata vicinanza del vulcano". L'aeroporto internazionale di Manila Ninoy Aquino ha sospeso temporaneamente tutti i voli. Ai passeggeri in partenza da/per Manila, si raccomanda di controllare con la compagnia aerea lo stato del proprio volo. In ragione dell'eruzione del vulcano Taal, al momento si raccomanda di evitare spostamenti in prossimità della regione di Batangas. Per emergenze, contattare l'Ambasciata d'Italia nelle Filippine al numero: "00639175375071", si legge nella nota.