Intesa Sp, Messina: ''Siamo primo datore privato di lavoro del Piemonte''

Intesa Sp, Messina: ''Siamo primo datore privato di lavoro del Piemonte''

"Credo che mancasse qualcosa per valorizzare al meglio il più bel punto di Torino e l'impatto iconico di questa struttura stupirà tutti" ha dichiarato Carlo Messina, Consigliere delegato e Ceo di Intesa San Paolo. Uno spazio dove fotografia e video arte potranno esprimere il loro significato oltre il valore estetico, affrontando i temi cruciali della storia e della contemporaneità, e dove sarà esposta una selezione di opere dalle collezioni della Banca, tra cui l'Archivio Publifoto, costituito da circa 7 milioni di scatti fotografici su eventi, personalità e luoghi realizzati dall'inizio degli anni Trenta agli anni Novanta. Le parole del capo azienda sono arrivate dal convegno "Intesa Sanpaolo motore per lo sviluppo sostenibile e inclusivo", appuntamento che il gruppo organizza a Milano per presentare i risultati e le nuove iniziative in ambito sociale, per l'occupazione giovanile, la promozione culturale, l'economia circolare e l'innovazione. La direzione del progetto architettonico è di Michele De Lucchi, supportato da AMDL Circle. Noi oggi, nell'epoca nella quale bisogna farsi vedere e mettere l'accento sulle differenze, abbiamo realizzato una nuova facciata in piazza San Carlo: uno scalone che scende e va sotto terra, creando così unicità e differenza.

Milano, 16 gen. (askanews) - Nella giornata sono state presentate anche due nuove iniziative di Intesa Sanpaolo per l'accesso al credito rivolte alle madri lavoratrici e alle persone ultracinquantenni che hanno difficoltà a raggiungere la pensione. Verranno inoltre realizzate aree dedicate alla didattica e un laboratorio di restauro. Il percorso espositivo, infine, si svilupperà anche al secondo livello, il piano nobile del palazzo, che si affaccia direttamente su piazza San Carlo. Nel fare questo la Banca alimenta e rafforza il proprio ruolo nella vita sociale, nelle relazioni con le comunità e i territori in cui è presente, grazie alle solide radici storiche e culturali.

"Le Gallerie d'Italia - ha spiegato - sono la dimostrazione di come Intesa Sanpaolo investe nell'immenso patrimonio culturale dell'Italia, e noi lavoriamo per l'Italia".

Alla presentazione del progetto, con sul palco anche il presidente emerito di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, hanno preso parte moltissimi rappresentanti della cultura torinese, dalla presidente del Museo Egizio, Evelina Christillin alla direttrice del Castello di Rivoli e della GAM Carolyn Christov-Bakargiev, da Ilaria Bonacossa che dirige Artissima a Water Guadagnini, direttore di Camera - Centro italiano per la fotografia e Massimo Lapucci, direttore generale delle OGR. Sempre l'anno scorso le tre sedi di Milano, Napoli e Vicenza hanno accolto complessivamente oltre 500 mila visitatori, con un'attività didattica che ha interessato 84 mila bambini e ragazzi. Oltre 200 opere della collezione sono state concesse in prestito nel 2019 in Italia e all'estero.