Golden Globe: battuta Netflix, vittoria a sorpresa di "1917"

Golden Globe: battuta Netflix, vittoria a sorpresa di

Mendes come miglior regista e Tarantino come miglior sceneggiatore (più Brad Pitt, migliore star non protagonista) hanno portato a casa altri due globi d'oro per i loro film, in una cerimonia che per la prima volta nella storia dei premi della Hollywood Foreign Press aveva dato le produzioni di Netflix superfavorite della vigilia: il colosso dello streaming aveva accumulato in tutto 34 candidature.

Il carattere di Phoenix è molto particolare e vi abbiamo più volte raccontato di alcune situazioni alquanto strane sul set (trovate un riassunto alla fine di questo articolo).

Uno dei punti focali della presentazione [ai membri dell'Academy] è stata la difficoltà di lavorare con Phoenix.

Secondo quanto riporta il sito di intrattenimento Next Best Picture, Phoenix "inizialmente voleva occuparsi personalmente del trucco e dell'acconciatura, perciò gli addetti al trucco del film hanno dovuto trovare un compromesso con lui".

"Al contrario di quanto crediate, non voglio agitare le acque, ma sono le acque ad essere già fo**utamente agitate". Ha perso più di 20 chili per il film e si diceva che fosse spesso 'affamato'. Il processo di mantenimento della continuità era così arduo che la persona incaricata di mantenere la continuità si è effettivamente licenziata. "La troupe cercava di tenere buono l'attore dandogli dei cracker per farlo stare fermo".