Forti inversioni termiche, temperature minime in picchiata in pianura anche sul ravennate

Forti inversioni termiche, temperature minime in picchiata in pianura anche sul ravennate

Il tempo previsto sull'Europa nei prossimi giorni, continuerà ad essere influenzato da una circolazione di venti occidentali che, nell'ambito delle latitudini del Mediterraneo, saranno associati a frequenti rimonte dell'alta pressione. Punte minime di -3°C ed intense brinate in pianura. I valori massimi a Roma saranno intorno ai 13 gradi, mentre quelli minimi non scenderanno sotto i 4 gradi nelle ore più fredde della notte. Sarà ancora l'alta pressione a dominare il vicentino con temperature miti in quota e gelate o nebbie in pianura.

"Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti nel corso della giornata; non si escludono foschie e banchi di nebbia durante le ore serali, notturne e al primo mattino, specie nelle valli interne della Marsica e dell'Aquilano e, localmente, lungo i litorali e sulle zone collinari che si affacciano sul versante adriatico".

Fino metà mese non avremo cambiamenti sostanziali del tempo.

Le massime non subiranno particolari variazioni, compresa la loro distribuzione con la quota, con inversione termica abbastanza pronunciata ma forse leggermente smorzata per un minor accanimento delle nebbie nelle zone di pianura lungo il Po, dove i valori potrebbero risultare lievemente superiori e portarsi intorno ai 5 °C. Nell'immediato, per la giornata di domani, mercoledì 9 gennaio, e di dopodomani, giovedì 10 gennaio, è previsto bel tempo su tutta la regione e temperature che si manterranno fredde, sia per quanto riguarda le minime che le massime.