Dodicenne spara a maestra e compagni E poi si uccide

Dodicenne spara a maestra e compagni E poi si uccide

Si dice che due dei bambini feriti gravemente, abbiano rispettivamente sette e otto anni. E' rimasto colpito anche un insegnante maschio di 40 anni, che dovrebbe aver riportato una ferita seria al braccio.

I notiziari locali riferiscono che il sospettato, che ha soltanto 12 anni, si è suicidato dopo aver ucciso l'insegnante e aver provocato il ferimento di alcuni studenti. L'episodio è avvenuto nei giorni scorsi nella città di Torreón, nello stato di Coahuila. Le autorità locali sono alla ricerca dei genitori del giovane, che viveva con la nonna.

La tragedia è avvenuta attorno alle 8,30 del mattino al Collegio Cervantes, una rinomata scuola privata di Torrejon. La Procura si è recata nella scuola per avviare le prime analisi degli esperti sull'episodio violento, avvenuto all'inizio delle attività scolastiche.

Alcuni media messicani sostengono che il ragazzo che ha sparato potrebbe essersi ispirato al massacro della Columbine High School del 1999 negli Stati Uniti, per compiere l'attacco. Humberto Barbachano, padre di uno dei compagni del ragazzo dell'attacco, ha detto in un'intervista di aver saputo dal figlio che il dodicenne "era ossessionato, o era a conoscenza degli eventi accaduti alla Columbine". Secondo una prima ricostruzione del governatore dello stato di Coahuila, Miguel Angel Riquelme, ciata da El Pais, il ragazzino aveva chiesto di andare in bagno e la maestra, non vedendolo tornare, è andata a cercarlo.