Brescia battuto grazie al solito Rebic, il Milan sta risalendo in silenzio

Brescia battuto grazie al solito Rebic, il Milan sta risalendo in silenzio

Questa sera il Brescia affronta il Milan. Squadre in campo al Rigamonti alle 20.45. Orfano di Balotelli, Corini a sorpresa in attacco si affida a Torregrossa e al francese Ayè, con Donnarumma che parte dalla panchina. "Ci aiuterà a cercare la salvezza".

Al 50′ Torregrossa sfiora il vantaggio in semirovesciata. Al 57′ però la partita cambia: esce Leao, entra Rebic. Lo devono avere capito quelli del Milan che hanno subìto a Brescia, rischiando anche di buscarle ma hanno trovato la vittoria, pure meritata, grazie al solito, ormai questo è l'aggettivo, Rebic, il croato arrivato per ultimo e già presente per sbloccare il risultato, nel senso della vittoria, contro l'Udinese prima e il Brescia dopo. Terzo gol in due partite per lui, un fattore nelle ultime due settimane. All' 82′ minuto l'arbitro Valeri annulla il gol del raddoppio a Castillejo per fuorigioco, e sul finale c'è tempo per l'ennesima galoppata di Theo, che si fa tutto il campo, semina tutti e spacca la traversa con un gran tiro da fuori.