Borsa: Milano non teme il virus (+1%)

Borsa: Milano non teme il virus (+1%)

Piazza Affari in grande spolvero mette a segno la miglior seduta da inizio anno. La migliore è la Borsa di Milano, con il FTSE MIB in aumento dell'1,40%. Lo Spread migliora, toccando i +141 punti base, con un calo di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all'1,00%.

Giovedì da dimenticare per Piazza Affari che ritraccia dai massimi e si accoda al sell-off sui mercati, dettato dall'intensificarsi nuovamente dei timori legati al coronavirus. Fra i bancari si difendono Ubi e Banco Bpm, che a breve presenteranno i nuovi piani industriali; pesanti Fineco e Mediobanca. A Milano gli acquisti sono stati generalizzati, con alcuni titoli che hanno recuperano anche 4 punti. Fra le blue chip di Borsa Italiana peggiore è Cnh (-6,94%), ma fra gli industriali, tutti negativi, soffrono particolarmente anche Pirelli e Prysmian, mentre Fca cede il 2,36%.

Tra le banche spicca il +2,48% di Unicredit grazie al buy reiterato da UBS che in un report sulle banche italiana sottolinea come il titolo sia attraente ai livelli correnti (8 volte il PE 2020 atteso).