Barcellona club più ricco al mondo, Juve nella top ten

Barcellona club più ricco al mondo, Juve nella top ten

Sono stati diffusi infatti i risultati della Deloitte Football Money League, la classifica dei club in base ai ricavi dell'ultima stagione, e qui per la prima volta i Blaugrana sono in vetta, sorpassando - neanche a dirlo - i rivali di sempre.

Al primo posto di questa speciale classifica c'è ovviamente il Barcellona, che supera gli 800 milioni di ricavi.

Tra questi entra per la prima volta il Napoli (20°), che porta quindi a 4 il numero di squadre italiane nella top 20 con un incremento del fatturato del 13% (207,4). I catalani scavalcano il Real Madrid, ora secondo con 757,3 milioni. Il Manchester United rimane in terza posizione con 811,7 milioni di dollari di ricavi. Proprio i diritti televisivi restano la principale fonte di entrate per tutti i club: in media il 44% dei ricavi. Il club giallorosso ha perso due posizioni. L'Inter mantiene la 14esima posizione, con una significativa crescita dei ricavi a 364,6 milioni (+30%, il maggiore incremento nella storia del club) grazie agli introiti dei diritti tv garantiti dal ritorno in Champions League.

Oltre alla Premier League, anche i club delle altre 5 maggiori leghe calcistiche - la Ligue 1 francese, la Liga spagnola, la Bundesliga tedesca e la Serie A - figurano nella Top 20. Il club ha registrato entrate commerciali per 414,6 milioni di dollari, il secondo dato più alto nella storia della Money League, imputabili principalmente alla firma di cinque nuovi partner commerciali e all'estensione dei contratti con sei brand globali. La Juventus riguadagna il 10° posto nella Money League di quest'anno, grazie ad una crescita del fatturato a 524.5 milioni di dollari.

In classifica saranno anche appaiate, ma il Barcellona uno smacco al Real Madrid lo ha comunque fatto.

Le uniche squadre della top 30 non appartenenti ai cinque maggiori campionati sono l'Ajax al 23° posto con $227,5 mln, Benfica al 24° ($225,5 mln), Zenit San Pietroburgo al 28° ($205,8 mln) e al 29° il Porto ($201 mln) a riprova del peso che la partecipazione alle competizioni UEFA esercita sui ricavi dei club.