Un applauso per "Ognuno è perfetto"

Un applauso per

Dati che salgono al 26,1 nel target femminile sopra i 15 anni e che pongono questo progetto come prima scelta tra le giovani dai 15 ai 24 anni totalizzando il 17,7 di share. Andrà in onda 16, 17 e 23 dicembre (ore 21.25). Miriam, amministratrice di una fabbrica di cioccolato, lo assume e gli offre un lavoro nel reparto packaging, interamente gestito da ragazzi disabili.

Di nascosto dal padre, Rick scappa per andare da Tina, che si trova in un centro di espulsione.

Ognuno è perfetto arriva su Rai 1 lunedì 16 dicembre, in prima serata e andrà in onda in tre puntate per un totale di sei episodi. La ragazza e sua madre vengono infatti raggiunte dalle autorità, e portate via: le due hanno dei problemi con il permesso di soggiorno. Qui, il protagonista troverà inaspettatamente anche l'amore: Rick s'innamorerà di una collega, la vulcanica Tina (Alice De Carlo), non appena incrocerà il suo sguardo, e lei lo ricambierà.

La proposta di delocalizzare la produzione mettendo a rischio i loro posti di lavoro è l'elemento che turba l'immagine idilliaca di un gruppo di down che hanno trovato finalmente ciascuno il proprio ruolo in un'azienda di cioccolatini nel cuore di Torino. La bontà, la perseveranza e la grinta di Rick verranno premiate da Miriam, manager dell'Antica Cioccolateria Abrate, che lo assumerà nel reparto impacchettamento, ove lavora un'intera squadra di ragazzi affetti da sindrome di Down. Solo la visita di alcuni amici della fabbrica riesce a smuovere il ragazzo. In compagnia dei suoi colleghi, Cedrini, Cristian, Giulia e Django, viene fuori un'idea folle: partire per trovare Tina, celebrare un matrimonio con Rick e farla tornare con la legge sul ricongiungimento familiare. I ragazzi escogitano di nascosto un piano dettagliato per raggiungere Tina in Albania. Con la scoperta della falsa identità nasce il dubbio che Tina e la madre non siano andate in Albania, ma in Kosovo. Tra i due nasce uno scontro piuttosto vivace, poiché Ivan l'accusa di aver dato troppa autonomia ai suoi dipendenti con la sindrome di Down.

Coloro che non sono riusciti a seguire la seconda puntata di Ognuno è perfetto su Rai 1, potranno sempre recuperarla in streaming. La serie, con delicatezza e leggerezza, ci mostra che se è vero che questi giovani hanno bisogno dell'aiuto dei più grandi, è altrettanto vero il contrario: anche loro hanno molto da insegnare agli adulti. Il conflitto tra loro esplode, tanto che Miriam abbandona Ivan per proseguire da sola. La confidenza tra i due cresce sempre di più. Ma intanto il viaggio dei ragazzi si fa sempre più avventuroso e rischioso.