Mad Max: George Miller conferma i lavori sul nuovo film

Mad Max: George Miller conferma i lavori sul nuovo film

Quattro anni dopo aver sorpreso pubblico e critica con Mad Max: Fury Road, il 74enne George Miller è infine pronto a tornare dietro la mdp.

In una recente intervista con Deadline, George Miller ha avuto occasione di parlare di Mad Max: Fury Road, di alcuni personaggi presenti nel film e, soprattutto, delle possibilità concrete di vederne un sequel. Stiamo preparando anche quello.

L'unica cosa certa è che in Three Thousand Years of Longing troveremo due protagonisti, Idris Elba e Tilda Swinton e vede un'ambientazione fantasy dalle tinte romantiche Durante l'intervista, Miller ha aggiunto che non mancheranno scene d'azione, ma questo film si incentrerà di più sui dialoghi, lo ha infatti definito una sorta di anti-Mad Max. È una domanda interessante, l'idea del multi-tasking. Ne parlo spesso con altri registi [dell'idea alla base del multitasking] e ritengo che, personalmente, quando lavoro a qualcosa e vengo totalmente distratto dalla concentrazione che gli dedico, pensare a qualcos'altro è come concedersi una vacanza creativa.

Per essere onesti, per rimanere nei termini di questo dibattito, il cinema è cinema ed è una cosa molto ampia. Alla fine ciò che conta è cosa un film comunica allo spettatore.

È sbagliato, e anche arrogante, se un film va bene al botteghino, liquidarlo come fosse solo marketing astuto. C'è qualcosa di più, ed è nostro dovere come narratori cercare di capirlo.

"Mi piace immaginare che, in qualche modo, sia ancora vivo" dichiara Miller. Si applica a tutte le arti, alla letteratura, allo spettacolo, alla pittura e alla musica, in tutte le sue forme. È uno spettro molto ampio, e dire che qualcuno sia più significativo o importante dell'altro significa non cogliere il punto. "È un grande mosaico, dove ogni pezzo si adatta al suo interno".