Le Iene accusano Conte di conflitto di interessi per un concorso

Le Iene accusano Conte di conflitto di interessi per un concorso

Il servizio di domani sera - secondo quanto riportato su 'iene.mediaset.it' - mostrerà una serie di documenti inediti e davvero clamorosi che smentiscono quanto ammesso dallo stesso Conte in passato in merito al concorso da lui sostenuto e al rapporto con il suo mentore, Guido Alpa. Alpa e l'allora avv. Conte. Né tantomeno c'è mai stato un conto corrente unico o comunque utilizzato da entrambi.

"Il documento mostrato dalle Iene non vale a dimostrare il contrario ed è una chiara sciocchezza che esso smentisca la ricostruzione sin qui fornita dal Presidente Conte".

Inoltre esso risale al 2009. "In 7 anni tutto può cambiare, anche se tra Conte e Alpa nulla è cambiato, non c'è stata mai nessuna associazione professionale e nessun conto in comune".

Oltre alla carriera accademicadove in pochi possono contare su di un curriculum come il suo, Guido Alpa nel 2014 è stato nominato nel cda di Leonardo-Finmeccanica (all'epoca soltanto Finmeccanica), mentre in precedenza è stato nel board di Carige e consigliere per Mediobanca. Pagando un'unica parcella al prof.

Le Iene ricordano come nel 2002 Alpa e Conte avessero difeso congiuntamente l'Autorità garante della privacy, e il secondo aveva precisato, per smorzare ogni polemica, come ogni avvocato avesse fatturato per conto proprio. La smentita di Palazzo Chigi prosegue: "La decisione di Conte di non farsi pagare è stata dettata dal fatto che, nel primo grado di giudizio, il suo apporto all'istruzione e alla conduzione della causa è stato assolutamente marginale rispetto a quello del professor Alpa".

Nessuna fattura congiunta, si difende Conte: "Sono sempre state attività professionali distinte e il fatto che ci sia stato un collegio difensivo non significa che ci siano cointeressenza economica, ognuno valuta per la propria parte". Conte si è limitato solo a presenziare ad alcune udienze, senza contribuire alla redazione della enorme mole di memorie scritte, che notoriamente nelle cause civili sono la gran parte dell'attività difensiva.

Nuova stoccata de Le Iene sui rapporti tra Giuseppe Conte e Guido Alpa prima che l'avvocato pugliese diventasse premier.

"La decisione di rinunciare, nel 2009, a 7 anni di distanza dal concorso da ordinario, ai propri compensi non ha consentito ad Alpa di fatturare un importo maggiore".

Un nuovo documento esclusivo confermerebbe che il premier Conte e il professor Alpa erano legati da interessi economici e professionali e quindi quest'ultimo non sarebbe potuto essere il commissario d'esame al concorso universitario di Caserta del 2002, con il quale Conte è diventato professore ordinario di diritto privato. Alpa, era composta da 5 Professori: per superare il concorso era sufficiente il voto favorevole di 3 membri su 5. La Commissione si espresse all'unanimità a favore di Giuseppe Conte.