Inter, Moratti: "Vorrei Dzeko e Zaniolo. Var, che disastro"

Inter, Moratti:

Plaude all'Inter 'juventina' di Conte e Marotta, dà consigli per gli acquisti futuri e non risparmia qualche puntura alla Juventus. Credo che il principale protagonista di questi risultati sia Antonio Conte. Prosegue affermando la Juventus è ancora abituata a vincere e questo aiuta ovviamente, ma è anche vero che per Sarri, secondo Moratti, non sarà facile mantenere sempre alta l'asticella dell'ambizione in campionato.

Io Dzeko lo trovo fortissimo, intelligente, bravo, costante, fa gol, fa fare gol. Dopo i primi mesi, nei quali si è sfiorata la contestazione per l'ingaggio di Conte, erano in pochi ad immaginarsi un'Inter prima in classifica a dicembre. "Poi mi piace Zaniolo...". "Credo proprio di sì, è un grande allenatore!". Se avrei preso uno come Sarri? Un giocatore che toglierei alla Roma in vista di venerdì?

E chi se lo aspettava? Non ci potrebbe essere quella fame di chi, invece, vuole assolutamente trionfare. "Quindi sinceramente non l'avessero inventato sarebbe stato meglio, ma una volta messo non si può più togliere". Insomma, vista da un Moratti sentimentale è chiaro che io sia per San Siro. "Dicono che con i nuovi stadi si quadruplicano i guadagni ma anche le spese per farli sono tante".