Influenza, Istituto superiore di Sanità: oltre un milione di contagi, è epidemia

Influenza, Istituto superiore di Sanità: oltre un milione di contagi, è epidemia

Solo la scorsa settimana si sono contati be 207mila contagi con oltre 1.099.000 casi dallo scorso mese di ottobre ad oggi.

"Dal 9 al 15 dicembre, l'incidenza totale è stata di 3,4 casi per mille assistiti, sovrapponibile a quello della scorsa stagione influenzale", secondo il bollettino. Restano in ogni caso pochi, ma preziosi consigli da seguire, ribaditi da Guido Marinoni, presidente dell'Ordine dei Medici di Bergamo. Le cifre si dimezzano nella fascia di età 5-14 anni con 4,07 casi per arrivare ai 3,47 nell range 15-64 anni fino all'1,54 tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni. Altri sintomi comuni includono mal di testa, brividi, perdita di appetito, affaticamento e mal di gola.

Colpiti maggiormente i bambini al di sotto dei cinque anni, nei quali si osserva un'incidenza pari a nove casi per mille assistiti. "Ci aspettiamo nelle prossime settimane un'impennata della velocità di circolazione, che raggiungerà il picco dopo la fine di gennaio", spiega Gianni Rezza, direttore del Dipartimento Malattie infettive dell'Iss.

"Il virus predominante è A/H3N2".

Brividi, dolore alle ossa e febbre: l'influenza ha ormai iniziato la sua corsa in tutto il Paese e il virus ha messo a letto, finora, più di un milione di italiani. Di qui l'invito a proteggersi, facendosi vaccinare gratuitamente dal proprio medico di famiglia.

"Da quanto riferiscono i medici sul territorio, quest'anno la campagna vaccinale sta andando meglio degli anni passati", commenta all'Ansa Silvestro Scotti, segretario generale della Federazione italiana Medici di Medicina Generale (Fimmg).