Il gruppo Espresso passa agli Agnelli

Il gruppo Espresso passa agli Agnelli

Exor, la società di investimenti della famiglia Agnelli, acquisirà il controllo di Gedi, il gruppo editoriale che pubblica tra gli altri Repubblica e la Stampa.

"In riferimento alle indiscrezioni apparse su alcuni organi di stampa riguardanti la partecipazione di Cir - Compagnie Industriali Riunite S.p.A. (Cir) in Gedi S.p.A. ( Gedi) - si legge nella nota - su richiesta della Consob, Cir informa che sono in corso discussioni con Exor N.V. concernenti una possibile operazione di riassetto dell'azionariato di Gedi che condurrebbe all'acquisizione del controllo su Gedi da parte di Exor".

Il gruppo, che lancerà un'opa a 46 centesimi per azione su Gedi, lo stesso prezzo pagato a Cir, non intende procedere a spezzatini ma valorizzare le varie attività dell'azienda e puntare con decisione sul digitale. Oltre a portare l'esperienza maturata nel settore, anche a livello internazionale, Exor assicurerà la stabilità necessaria per accelerare le trasformazioni sul piano tecnologico e organizzativo. Cir reinvestirà nella nuova società per una quota pari al 5% di Gedi. "Siamo convinti che il giornalismo di qualità ha un grande futuro, se saprà coniugare autorevolezza, professionalità e indipendenza con le esigenze dei lettori, di oggi e di domani", ha detto John Elkann dopo l'operazione.

La cessione è stata decisa dopo un lungo consiglio di amministrazione di Cir durato tutta la giornata, tre giorni dopo che Cir stessa aveva confermato le voci che parlavano del passaggio del controllo dell'ex "gruppo Espresso", uno dei gruppi editoriali più importanti d'Italia (la questione è spiegata estesamente qui). "Passiamo il testimone ad un azionista di primissimo livello, che da più di due anni partecipa alla vita della Società, che conosce l'editoria e le sue sfide, che in essa ha già investito in anni recenti e che anche grazie alla propria proiezione internazionale saprà sostenere il gruppo nel processo di trasformazione digitale in cui esso, come tutto il settore, è immerso". Alla chiusura di venerdì il titolo Gedi valeva 0,284 euro. Lo hanno comunicato ieri sera con una nota congiunta le holding del gruppo Agnelli e quella che fa capo ai fratelli Edoardo, Marco e Rodolfo De Benedetti.

Tra i periodici, Gedi annovera un'autentica corazzata come il settimanale 'L'Espresso', e un gioiellino come la rivista di geopolitica 'Limes'.