F1: ad Abu Dhabi vince Hamilton, Leclerc è terzo

F1: ad Abu Dhabi vince Hamilton, Leclerc è terzo

Grande delusione nel salone dell'Automobile Club Milano gremito di soci di vari Scuderia Ferrari Club invitati dal presidente Geronimo La Russa per festeggiare insieme l'ultima gara del mondiale di formula 1, il VP di Abu Dhabi.

Ferrari dal canto suo ha chiarito che in caso di addio di Vettel preferisca puntare su Leclerc come primo pilota e di aver bisogno di un secondo pilota "normale".

Hamilton ha scelto con cura le proprie parole dopo aver vinto sul circuito di Yas Marina, interrompendosi prima di iniziare potenzialmente a giustificare il suo possibile addio alla Mercedes. Binotto smentisce seccamente: "È motivato e lo ha dimostrato nella seconda parte del campionato, sarà ancora con noi l'anno prossimo, senza alcun dubbio, e sono sicuro che lo ritroveremo ancora più desideroso di fare bene". Una multa arriverà di certo. Tuttavia, per quanto riguarda la monoposto di Charles Leclerc è risultata una discrepanza di 4.88 kg tra il valore dichiarato dalla Ferrari e quello misurato dal delegato tecnico della federazione. Esordisce cosi il campione del Mondo di F1 Hamilton alla domanda sull'interesse della Ferrari ad averlo come pilota. Leclerc con pneumatici medi, colore giallo; Vettel con quelli soffici, rossi.

La scuderia di Maranello al termine dell'ultimo gp di questa stagione si è proposta al campione del mondo. Sembrava un canovaccio facile da decifrare.

Ha la voce bassa, gli occhi stanchi, il team principal appare logorato non solo dalla battaglia in pista ma dalla guerra di potere che si è consumata dietro le quinte dopo il sì del Cavallino alle regole 2021.