CdA Juve esercita delega per aumento capitale. Controvalore di 300 mln

CdA Juve esercita delega per aumento capitale. Controvalore di 300 mln

E' quanto scrivono gli amministratori del club bianconero nel prospetto dell'aumento di capitale da 300 milioni di euro (circa 295,5 milioni i proventi netti attesi dalla ricapitalizzazione), che indicano in 148 milioni di euro il fabbisogno finanziario complessivo per i prossimi dodici mesi. L'operazione partira' il 2 dicembre. Ieri sera la squadra di calcio ha annunciato che l'aumento di capitale da 300 milioni deciso dal cda lo scorso settembre e approvato dall'assemblea dei soci di ottobre partira' il 2 dicembre.

Il consiglio di amministrazione ha deliberato di esercitare integralmente la delega.

La parte residua dell'aumento di capitale "Sarà destinata a finanziare le ulteriori azioni previste dal Piano di Sviluppo". Il controvalore dell'offerta in opzione sfiorera' pertanto i 300 milioni.

Il comunicato della società inoltre precisa che il prezzo delle nuove azioni "incorpora uno sconto del 29,01% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP) delle azioni ordinarie Juventus, calcolato secondo le metodologie correnti, sulla base del prezzo ufficiale di chiusura (di Borsa) del 26 novembre 2019". I diritti di opzione saranno negoziabili in Borsa fino al 12 dicembre. I diritti di opzione, validi per la sottoscrizione di massimo 322.485.328 azioni ordinarie Juventus di nuova emissione, prevedono l'assegnazione di 8 nuove azioni ogni 25 azioni possedute, al prezzo di sottoscrizione di euro 0,93 per ciascuna nuova azione.