Amazon ritira dalle vendita decorazioni natalizie e apribottiglie a tema "Auschwitz"

Amazon ritira dalle vendita decorazioni natalizie e apribottiglie a tema

Il Memorial di Auschwitz ha denunciato, tramite Twitter, l'esistenza di decori natalizi realizzati utilizzando immagini dell'omonimo campo di sterminio che si potevano trovare in vendita su Amazon.

Dopo aver accolto lo choc dello stesso memoriale di Auschwitz, il colosso americano ha deciso di togliere dal mercato le decorazioni.

Sulla piattaforma erano presenti vari "ornamenti natalizi" per alberi di natale e apribottiglie.

Al New York Times un portavoce di Amazon ha confermato la cancellazione del prodotto, sottolineando che "tutti i venditori devono seguire le nostre linee guida di vendita e coloro che non lo faranno saranno soggetti all'azione, inclusa la potenziale rimozione del loro account".

In seguito al tweet di proteste della scorsa domenica, il memoriale di Auschwitz aveva successivamente pubblicato un nuovo tweet per avvertire che la questione "purtroppo, non è ancora finita". La protesta ha smosso milioni di persone che in massa hanno iniziato a criticare Amazon per aver permesso la pubblicazione di questo materiale. Ma non parliamo di Grinch o sexy santa, bensì di decorazioni con le foto di Auschwitz. Auschwitz on a bottle opener is rather disturbing and disrespectful.

Decorazioni natalizie con immagini relative ad Auschwitz: è stato possibile trovarle, fino a quando non sono state ritirate, su Amazon. Nella scheda descrittiva che accompagna ogni oggetto acquistabile su Amazon si parlava di Auschwitz ma non come campo di sterminio, bensì come "campo di prigionieri di guerra": oltre all'agghiacciante idea di creare oggettistica da decoro prendendo spunto da un'immane tragedia, dunque, anche affermazioni negazioniste sul ruolo storico effettivamente giocato da Auschwitz.