Affonda barca in Mauritania, 58 morti

Affonda barca in Mauritania, 58 morti

Almeno 58 migranti sono morti ieri nel naufragio del barcone sul quale si trovavano. A darne notizia è stata l'Oim, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, impegnata al momento a collaborare con le autorità mauritane e l'Acnur "nel portare i primi soccorsi ed assistenza medica agli 83 migranti del Gambia sopravvissuti al naufragio vicino alla costa della Mauritania". Ottantatré persone sono riuscite a mettersi in salvo nuotando a riva. Il numero delle vittime resta uno tra i più alti registrati quest'anno.

Secondo fonti locali, le speranze di trovare altre persone in vita sono pressoché nulle. Sul barcone, che era partito dal Gambia il 27 novembre scorso, c'erano almeno 150 persone, tra cui donne e bambini. Il barcone era diretto alle isole Canarie.

I feriti sono stati condotti all'ospedale di Nouadhibou.

Una volta sotto la costa, all'altezza di Nouadhibou (località a 470 km da Nouakchott), l'imbarcazione si è capovolta dopo aver urtato una scogliera.

"La nostra comune priorità è prenderci cura di tutti coloro che sono sopravvissuti - ha aggiunto Lungarotti - e offrire loro il sostegno di cui hanno bisogno". Le autorita' del Gambia ancora non avrebbero commentato il tragico incidente.

"Questa tragedia ci dice molto della indifferenza dei trafficanti" haaggiunto Doyle.