Vauro contro un neofascista, rissa sfiorata in tv

Vauro contro un neofascista, rissa sfiorata in tv

Uno scontro verbale che, come si vede dal video, ha raggiunto il suo apice quando "er Brasiliano" ha cominciato a minacciare la giornalista Francesca Fagnani: "Roma non è fascista, è casa mia, nella mia borgata vigono ordine e disciplina".

Parole che non sono piaciute al vignettista Vauro che ha affrontato "er Brasiliano" avvicinandosi a lui, a pochi centimetri dal suo volto: "Queste sono minacce, fammelo vedere a me, pezzo di mer*a, fascio di mer*a". Lei ride, ma c'è poco da ridere. Bravo Vauro, senza la sua reazione forse la cosa sarebbe andata in cavalleria. Ti scrivo perché ci siamo trovati muso a muso con rabbia e con furore.

È a questo punto che Vauro si è alzato andando a muso duro contro Minnocci: "Vergognati, minacci una donna, ma siamo pazzi?". Devi fare quello che ti dico io": "così esordisce Brasile, al secolo Massimiliano Minnocci, romano della borgata di Pietralata, durante la trasmissione Dritto e Rovescio, condotta da Paolo del Debbio su Rete 4.

Vauro ha poi aggiunto: "Ho pensato a chi non sfoggia orridi tatuaggi ma si presenta in giacca e cravatta". L'intervento, del tutto discutibile, del presentatore è il seguente: "O vi riprendete o caccio tutti e due". Ho pensato a quanto sia comodo per loro che ci siano persone come te, per nasconderci dietro il loro cinismo, per scaricarle quando è opportuno e gridare al "pazzo fanatico" e coprire così le loro responsabilità. Potrai spaccarmi la faccia, la tua stazza te lo permette. Questa lettera è pubblica come lo è stato il nostro scontro. Ma il nostro incontro, se vorrai, sarà privato, senza telecamere né conduttori, io e te. Non è una sfida, è un invito.