Thuram, razzismo? giocatori via da campo - Veneto

Thuram, razzismo? giocatori via da campo - Veneto

Lo stesso Juric è tornato sull'argomento, intervistato dall'Ansa: "Non ho detto nulla di pericoloso, pericolosa è stata la superficialità di Thuram che non mi conosce e non ha compreso il senso delle mie parole. E' ora di dire basta al razzismo". Nessuno. Non conosco tutti gli allenatori italiani - continua Thuram a Radio24- ma mi sembra che l'unico allenatore che è molto chiaro sulla cosa è Carlo Ancelotti. Al contrario, sento giocatori che dicono di non aver visto e non aver sentito nulla. Ad alimentare la tensione anche un ex giocatore della Serie A come Lilian Thuram, che ha definito "pericoloso" il tecnico dell'Hellas Ivan Juric che aveva affermato di non aver sentito niente. Il discorso razzista storicamente è portato dai politici. Io dico che le cose inizieranno a cambiare soltanto quando anche i giocatori che non subiscono il razzismo usciranno dal campo. "Perché se tu ripeti ogni giorno una cosa, dopo ci sono tante persone che pensano che sia vera". E' sempre stato così. Non serve andare da Balotelli, bisogna andare dai giocatori e dagli allenatori importanti e chiedere loro perché non fanno nulla.

Cosa dice a chi definisce questi buu come folklore, come una cosa normale? Siete d'accordo con quanto accade?

Alberto Zelger, consigliere comunale della Lega a Verona, uno dei firmatari della mozione che chiede al Comune di fare causa a Balotelli per diffamazione, parla a Radio Capital: "In passato Balotelli si è attirato le ire di tanta gente, tanto è vero che ha cambiato tante squadre". Quando una persona viene aggredita, sono gli altri a dover dare una risposta giusta, non chi viene aggredito. Sono loro che possono cambiare le cose. "Perchè non andate a parlare con i tifosi?" "Non i giocatori neri".