Regionali, Iva Zanicchi: "Voto Borgonzoni, ma la sinistra ha governato bene"

Regionali, Iva Zanicchi:

Iva Zanicchi, l'aquila di Ligonchio, ha rilasciato un'intervista al programma radiofonico Un giorno da pecora, condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. Nonostante la Zanicchi abbia iniziato la sua carriera nel mondo dello spettacolo come cantante e ricordiamo perfettamente alcuni brani che rientrano nel repertorio delle canzoni più famose di sempre, il suo ruolo nel contesto televisivo è cresciuto sempre di più nel corso degli anni. E quando le chiedono come facciano questi aspetti tanto diversi a trovare un accordo tale da sfociare in una relazione che dura da decenni, la Zanicchi accetta di rendere noto il segreto di tanto successo: "Io lo spingo quasi a cercarle fuori, tanto non sono gelosa, visto che lui è giovane e forte". "Io sono stata di tutto: sono stata comunista e anche dell'Azione Cattolica.".

Capitolo politica. Oggi chi apprezza di più? "Si, non l'ho votata in passato ma la voterò alle prossime elezioni". Dice che è innamorato di me, ma io non ci credo. No, macché, Amadeus è un angelo, se lo merita Sanremo, è bravissimo, conosce la musica, lavora in Rai da mille anni: merita di fare Sanremo. Mi riferisco ad una persona, la quale ha detto chiaramente che per andare a Sanremo dovrei passare sul suo cadavere. Un'assenza pesante? L'ultima sua partecipazione risale al 2009, quando si presentò con il brano Ti voglio senza amore, che fu preso di mira dal super ospite di quell'edizione, Roberto Benigni.

"Io auguro bene a tutti e quindi non vado a Sanremo" ha aggiunto la cantate e presentatrice. E' uno che ha potere? Lui se è all'ascolto lo sa, e si dovrebbe vergognare... "Certo che si, è uno che ha potere a Sanremo".