Ragusa, botte mortali alla madre arrestato dai carabinieri

Ragusa, botte mortali alla madre arrestato dai carabinieri

Ricoverata in ospedale in condizioni critiche, la vittima era morta dopo 20 giorni di agonia.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri che hanno sentito diversi vicini e conoscenti.

Per questa ragione il figlio, Carmelo Chessari 48 anni di Ragusa, e' stato arrestato dai carabinieri di Ragusa che hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere su disposizione del Gip, Ivano Infarinato. A chiedere l'intervento del 118 era stato proprio il figlio, senza, però riuscire a fornire alcuna spiegazione sulle condizioni di salute della madre. Intervenivano pertanto i Carabinieri che avviavano sin da subito preliminari accertamenti per risalire alla dinamica dei fatti.

Era rimasto chiuso accidentalmente in terrazzo e, nonostante le richieste di aiuto, l'anziana madre, intenta a guardare la tv, non si era accorta di lui. Effettuato un sopralluogo presso l'abitazione, i carabinieri non avevano trovato alcun segno di effrazione che potesse far pensare all'intrusione di persone estranee alla famiglia. Infatti le lesioni della anziana donna erano sintomatiche di un'aggressione avvenuta senza l'utilizzo di mezzi contundenti. Incalzato dalle domande dei Carabinieri, infine, lo stesso confessava di aver aggredito la madre. Tuttavia l'uomo era riuscito a forzare la porta e ad entrare in casa. Solo l'indomani veniva trovata dallo stesso in stato di coma. L'anziana donna era stata colpita ripetutamente con violenza a mani nude dal figlio.

Una emorragia cerebrale aveva imposto poi il trasferimento della anziana al Cannizzaro di Catania dove venne operata di urgenza e mori' a maggio senza riprendere conoscenza.

L'autopsia ha chiarito la plausibile compatibilità causale e cronologica tra il grave trauma cranico subito la sera dell'aggressione e lo stato comatoso insorto solo il giorno successivo, probabilmente a causa di una terapia antiaggregante cui era sottoposta la donna, che hanno poi determinato il decesso.

L'arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa.