Papa Francesco: "Dove c'è l'egoismo non c'è vita"

Papa Francesco:

Insieme, mettono in guardia coloro che seguono il Papa dal rischio della "dannazione eterna".Sono ancora una volta i siti conservatori, da anni ostili al pontificato in corso, a rilanciare un documento redatto in sette lingue e firmato il 9 novembre da un centinaio di sacerdoti e persone definite "studiose" e "intellettuali cattolici laici".

"Gesù non cade nel tranello e replica che i risorti nell'al di là non prendono né moglie né marito: infatti non possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, poiché sono figli della risurrezione, sono figli di Dio - commenta il Pontefice - Con questa risposta, Gesù anzitutto invita i suoi interlocutori e anche noi a pensare che questa dimensione terrena in cui viviamo adesso non è l'unica, ma ce n'è un'altra, non più soggetta alla morte, in cui si manifesterà pienamente che siamo figli di Dio".

Papa Francesco è tornato a parlare della necessità di difendere il lavoro e i lavoratori. Ha permesso che questo culto avesse luogo nei Giardini Vaticani, profanando così la vicinanza delle tombe dei martiri e della chiesa dell'Apostolo Pietro.

Papa Francesco ha partecipato ad un atto di adorazione idolatrica della dea pagana Pachamama.

Tra i sottoscrittori anche la principessa tedesca Glorias Thurn und Taxis, grande sostenitrice di Papa Benedetto XVI e John Henry Westen fondatore del sito LifeSiteNews - un sito oltranzista americano molto influente e ricco. "Ha partecipato a questo atto di adorazione idolatrica benedicendo un'immagine lignea della Pachamama".

"Oggi in Italia si celebra la Giornata Nazionale del Ringraziamento per i frutti della terra e del lavoro". Quando le immagini in legno di questa divinità pagana sono state rimosse dalla chiesa di Santa Maria in Traspontina, dove erano state collocate sacrilegamente, e gettate nel Tevere da alcuni cattolici oltraggiati da questa profanazione della chiesa, Papa Francesco, il 25 ottobre, si è scusato per la loro rimozione e una nuova immagine di legno della Pachamama è stata restituita alla chiesa. "Infine, anche il cardinale Raymond Burke ha dato la stessa interpretazione in un'intervista". In quell'occasione il Pontefice ha firmato il documento con il Grande Imam della moschea di Al-Azhar, considerato la massima autorità teologica islamica.

"Questa dichiarazione affermava che 'il pluralismo e la diversità di religioni, colore, sesso, razza e linguaggio sono voluti da Dio nella Sua saggezza, attraverso la quale ha creato gli esseri umani. Il coinvolgimento di Papa Francesco nelle cerimonie idolatriche indica che egli intendeva dare a questa affermazione un senso eterodosso, il quale consente che l'adorazione pagana di idoli venga considerata un bene voluto da Dio in senso positivo".

Per i firmatari, inoltre, Francesco avrebbe violato il primo e più importante comandamento della dottrina cristiana, "non avrai altro Dio all'infuori di me".