Papa Francesco contro gli scarti alimentari: basta alla "cultura usa e getta"

Papa Francesco contro gli scarti alimentari: basta alla

"Chi vive solo per sé semina la morte nel suo cuore". "Papa Francesco ha recitato preghiere durante una cerimonia che ha coinvolto questa immagine e poi si è unito a questa processione".

Si tratta di un dubbio che tocca l'uomo di tutti i tempi e anche noi: dopo questo pellegrinaggio terreno, che ne sarà della nostra vita?

Nel documento, definito di "protesta", i firmatari - che citano a conforto delle loro tesi, fra gli altri, i cardinali Wlater Brandmueller, Gerhard Mueller, Raymond Burke, Jorge Urosa Savino, l'arcivescovo Carlo Maria Viganò e i vescovi Athanasius Schneider, José Luis Azcona Hermoso, Rudolf Voderholzer e Marian Eleganti - si elencano in particolare sei "atti sacrileghi", tutti legati a quella che definiscono come "l'adorazione idolatrica della dea pagana Pachamama", la statuetta che ignoti sottrassero durante il Sinodo sull'Amazzonia dalla chiesa di Santa Maria in Traspontina a due passi dalla basilica di San Pietro in Vaticano e gettarono nel fiume Tevere. "Gesù risponde che la vita appartiene a Dio, il quale ci ama e si preoccupa tanto di noi, al punto di legare il suo nome al nostro". E raccomanda: "Aspettare l'al di là".

Non sono mancati gli appelli finali per la pace. Infine, in occasione dell'odierna Giornata Nazionale del Ringraziamento per i frutti della terra e del lavoro, in Italia, Papa Francesco chiede politiche che favoriscano l'occupazione e quindi la dignità a tutti. Inoltre ha ricordato la Beata Maria Emilia Riquelme y Zays, fondatrice delle Suore del Santissimo Sacramento e di Maria Immacolate e San Bartolomeo Fernandes dei Martiri. Già in occasione dell'udienza al presidente della Repubblica del Sud Sudan, Salva Kiir, il Papa aveva affermato questa sua volontà.

Il "pensiero speciale al caro popolo del Sud Sudan", arriva mentre in questi giorni il Paese è stato colpito da ingenti inondazioni a seguito delle quali circa 490mila minori hanno bisogno di assistenza umanitaria. La richiesta a Bergoglio è il pubblico pentimento per le "trasgressioni che ha commesso contro Dio e la vera religione, e di riparare questi oltraggi". "Il popolo sud-sudanese, per il quale nutro un affetto particolare, ha sofferto troppo negli ultimi anni e attende con grande speranza un futuro migliore, soprattutto la fine definitiva dei conflitti e una pace duratura". Esorto pertanto i responsabili a proseguire, senza stancarsi, l'impegno in favore di un dialogo inclusivo nella ricerca del consenso per il bene della Nazione.

La nuova Beata fu esemplare nel fervore dell'adorazione Eucaristica e generosa nel servizio ai più bisognosi; mentre il nuovo Santo fu un grande evangelizzatore e pastore della sua gente. Oltre all'azione di "idolatria della dea pagana Pachamama", nel documento si legge che il papa ha anche firmato il 4 febbraio il 'Documento sulla Fraternità Umana'.