Paesaggi virtuali per mucche più felici

Paesaggi virtuali per mucche più felici

Alcuni agricoltori russi stanno testando la realtà virtuale facendo indossare alle proprie mucche degli appositi visori.

Il business della realtà virtuale è scoppiato qualche anno fa e coinvolge prevalentemente i videogiochi, con Oculus, PlayStation VR, e perfino Nintendo anche se con un timido tentativo, che lottano per accaparrarsi la fetta di mercato più grande: eppure l'aveste detto che a beneficiare della VR sarebbero state anche... le mucche?

I rapporti dicono che i test con i visori VR sono stati condotti in una fattoria vicino Mosca e gli occhiali sono stati progettati in modo particolare per adattarsi alla forma e della testa di una mucca. Per questo è stato creato "un software che simula un campo estivo" che dovrebbe rilassare gli animali. Quindi perché non provare anche la VR? Che dire, forse sarà pure un assaggio di futuro, ma vedere delle mucche che indossano visori, illuse di trovarsi in un luogo migliore, incuriosisce sì, ma contemporaneamente inquieta. Non è certo che la cosa influenzerà poi la qualità o il volume del latte prodotto, ma visti i buoni risultati ci sono piani per uno studio più approfondito. Non è la prima volta che vediamo degli animali "coccolati" dalla musica, anzi, il web è pieno di animali intenditori. I ricercatori esamineranno gli effetti del programma sperimentale sul lungo termine e se verrà confermato il miglioramento dell'umore dell'animale, gli sviluppatori della tecnologia auspicano di poter estendere il progetto coinvolgendo altri allevamenti e, in prospettiva, altre specie di animali.

L'esperimento è pero solo all'inizio e non è ancora stato determinato se i pascoli virtuali faranno produrre davvero più latte alle mucche.