Niagara: una chiatta si avvicina alle cascate

Niagara: una chiatta si avvicina alle cascate

Quando la cima che la legava a un rimorchiatore si spezzò, andò alla deriva verso le cascate Horseshoe, le più alte del complesso (51 metri), con 2 operai ancora a bordo: si arenò a soli 750 metri dalla cascate e gli operai furono recuperati al termine di una lunga operazione di soccorso (17 ore).

Nessuno credeva che la nave si sarebbe mai spostata, invece le piogge e i venti di questi giorni hanno fatto accadere quello che in 101 anni non era mai successo. Allora, grazie alla prontezza di due marinai, Gustav Lofberg e James Harris, la nave, la "Iron Scow" (o "Niagara Scow), era stata affondata aprendo le porte di scarico sul fondo e riempendola d'acqua, anche ogni tentativo di recupero era stato considerato impossibile".

Fortunatamente, a pochi passi dal precipizio, l'imbarcazione si è fermata di nuovo. La situazione è tornata sotto controllo: per il momento è scongiurato il rischio che il relitto cada nel vuoto.