Nazionale italiana, Vialli nuovo capo delegazione: "Un onore per me"

Nazionale italiana, Vialli nuovo capo delegazione:

Ora però Vialli potrà tornare a sorridere ancora di più, vista la sua nomina a capo delegazione della nazionale italiana.

"Ringrazio il presidente per avermelo proposto, sono felice e orgoglioso di ricoprire questo incarico pensando anche a chi mi ha preceduto, a Gigi Riva". Anche in questa occasione a fare il tifo per Vialli ci sono anche tifosi di altre squadre diverse dalla Juve, che ne hanno approfittato per fare anche il tifo alla nostra nazionale, che qui vediamo allenarsi grazie ad alcune foto postate proprio da Leonardo Bonucci. "Sarà bello poter essere un ispiratore e un supporto per tanti giovani calciatori" le parole di Vialli rilasciate oggi a Coverciano. "Porterò le mie varie esperienze nel mondo del calcio al servizio della nazionale". "La maglia della Nazionale l'ho indossata fra Under 21 e Nazionale A credo piu' o meno 80 volte, quindi credo di sapere cosa voglia dire indossare questa maglia partendo dalla pressione che c'e', che e' frutto delle aspettative che sono sempre grandissime".

Infine, Gianluca Vialli ha ricordato di aver ottenuto in azzurro due terzi posti, all'Europeo del 1988 e al Mondiale del 1990, e ha concluso con un augurio per questo suo nuovo ruolo: "Spero adesso di migliorare questi risultati". Chiamato dal suo amico e ct Roberto Mancini, l'ex giocatore fa il suo debutto a Coverciano nel ritiro e oltre alla presentazione ufficiale, che arriva proprio mentre sta combattendo la sua battaglia personale contro un tumore, ha mostrato anche le sue doti canore ai suoi nuovi colleghi e ai giocatori.