Milan, tra poco Pioli in conferenza pre Juve

Milan, tra poco Pioli in conferenza pre Juve

Segui le sue dichiarazioni con il live di TMW.

Come si gestisce il divario tra Juve e Milan? Bisogna pensare sempre alla prossima partita, ma conterà la classifica finale.

"E' una grande sfida, un'opportunità grande". E' una squadra completa, esistono pochi punti deboli.

I giocatori sono tutti con lei.

Vincere allo Stadium cambia la storia?

La svolta, al momento, sembra comunque lontana: "A noi servirebbe tanto vincere, parlare di svolta è sempre difficile - ha detto Pioli -". E' chiaro che a livello mentale fare bene domani sera significherebbe tanto.

Ci sono cambi di modulo? "Gli allenamenti sono fatti per cambiare le situazioni, è un'opportunità e vediamo domani sera cosa sceglieremo".

Suso ha fatto una buona settimana di lavoro ed è sicuramente disponibile per giocare.

Una domanda è arrivata anche sul caso-Ibrahimovic, con le voci diffuse dal commissioner della MLS Don Gerber smentite dalla società rossonera e, dopo 24 ore, dalla stessa Major League Soccer: "E' un grande giocatore e un grande professionista, ma il mercato di gennaio è molto lontano, ci sarà tempo per le valutazioni" la risposta, laconica, di Pioli.

Cosa si aspetta dai tifosi? "Loro stanno facendo il massimo per farci superare questo momento delicato".

Che vantaggi può portare la difesa a tre? Insieme siamo più forti. L'abbiamo fatta anche nel secondo tempo con la Lazio. Dobbiamo essere compatti e aggressivi, incontriamo giocatori di grande qualità. "Dobbiamo saper leggere tutte le situazioni, penso di dover mettere in campo i giocatori giusti per fare bene".

I giocatori votano Pioli? Tra l'altro vorrei che si sgombrasse il campo da un equivoco: un conto è avere il bilancio in rosso e un altro è avere debiti.

Perché il Milan non corre di più? Ma all'estero è la cultura che è diversa, è un ambiente che deve crescere in queste situazioni. L'intensità fa la differenza in Europa, oltre che ad avere la qualità.

Questa squadra ha qualità sufficiente per ottenere i traguardi?

Manca l'esperienza nei giocatori del Milan? "Per giudicare un giocatore lo devo conoscere, abbiamo più di un giocatore bravo".

"Siamo una squadra giovane ma non immatura e inesperta". Suso è un giocatore fatto, come Romagnoli.

La tattica per te conta molto? "Credo nelle sedute di allenamento brevi e intensi".

Approccio sbagliato di Leao con la Lazio?

Ha parlato con Leao in settimana?

La partita con la Juve è una grande occasione?

Cosa manca a Piatek? "Dobbiamo fare in modo di giocare dentro l'area avversaria per esaltare le caratteristiche di Kris". In alcune partite lo abbiamo fatto abbastanza bene.

"Credo stiam bene fisicamente, ha una buona condizione, anzi, è uno di quelli che ho trovato con miglior condizione".

Come si ferma Cristiano Ronaldo?

"E' difficile, ha tante possibilità di farti male". Stiamo parlando di un fenomeno, di un campione. Contro di lui dobbiamo essere molto attenti, chi è in zona Ronaldo deve essere molto determinato per concedergli poco spazio.

Ore 14.07 - Finisce qui la conferenza di Pioli.