L'Isis rivendica l'attacco ai militari italiani in Iraq

L'Isis rivendica l'attacco ai militari italiani in Iraq

Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc (Pd), componente della commissione Difesa a Palazzo Madama, a proposito dell'attentato in cui sono rimasti feriti cinque militari italiani in Iraq.

Cinque militari italiani sono rimasti feriti in un attentato in Iraq. Gli altri due militari coinvolti hanno riportato microfratture e lesioni minori.

In una situazione così precaria stanno operando le nostre forze speciali, impegnate a contrastare le recrudescenze del sedicente Stato islamico.

"Sono stati colpiti quattro crociati e quattro apostati". La notizia è stata diffusa da Site, che cita a sua volta un comunicato stampa dell'agenzia di propaganda Amaq.

"Con il favore di Dio, l'esercito del Califfato ha preso di mira un veicolo 4x4 che trasportava membri della coalizione internazionale crociata e dell'antiterrorismo dei Peshmerga, nella zona di Qarajai, a nord della zona di Kafri (nel distretto di Kirkuk, ndr), con l'esplosione di un ordigno". Le fasi di sbarco e trasbordo dei militari, avvenute con estrema riservatezza sui mezzi sanitari sono durate oltre trenta minuti. In particolare gli italiani feriti oggi stavano svolgendo attività di addestramento alle forze di sicurezza irachene, impegnate nella lotta all'Isis.

Il led, riferiscono dalla Difesa, è detonato al passaggio delle forze militari. Tre i feriti più gravi: a uno è stato necessario amputare una gamba, a un altro una parte di un piede. Lanza ha spiegato che "le forze irachene stanno tutt'ora combattendo" e "fornendo un'assistenza diretta". Infine, ha detto: "Siamo circa 800 unità di forze normali e un ottantina di forze speciali" italiane in Iraq. E intanto la Procura di Roma ha già aperto un fascicolo per attentato con finalità di terrorismo e lesioni gravissime.

La pista più plausibile è legata a un attacco dell'Isis, nonostante la debolezza dovuta alla morte di Al Baghdadi. "Il pensiero va alle loro famiglie", ha commentato in mattinata il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. "Seguiamo con attenzione ogni sviluppo". Alle famiglie dei soldati coinvolti, ai colleghi di questi nostri valorosi militari la mia solidarietà e quella del governo e delle nostre istituzioni.