La GranTurismo Zéda lancia Maserati nel futuro

La GranTurismo Zéda lancia Maserati nel futuro

Come dicono i modenesi, e gli emiliani in generale, la Zeda è l'ultima lettera dell'alfabeto e per questa ragione l'ultima Gran Turismo prodotta nello stabilimento di Modena è stata battezzata "Zeda".

La data ufficiale di inizio del "nuovo corso" Maserati è stata resa nota, contestualmente alla delibera della serie speciale GranTurismo Zéda, nelle scorse ore attraverso un breve video teaser nel quale, su uno sfondo in Blu Maserati, compaiono in sovrimpressione le indicazioni "Modena-May 2020" ed "MMXX". Per commemorare questa grande auto e celebrare la storia e il futuro del brand, Maserati ha annunciato la one-off Maserati GranTurismo Zèda.

Un modello unico, realizzato dal centro stile del marchio del Tridente, i colori e la materia testimoniano il passaggio alla nuova era. Osservando la vettura dal posteriore verso il frontale, le superfici subiscono un mutamento e si arricchiscono passando da un effetto satinato chiaro fino ad un color metalluro brunito. Attraverso la manualità si ritorna indietro nel tempo, con le tecnologie e conoscenze di oggi, ci si proietta verso il domani. Solo nel 2021 arriveranno, invece, gli altri progetti in cantiere annunciati dal piano industriale come il debutto del nuovo D-SUV, che sarà prodotto a Cassino, della nuova generazione di GranTurismo, che dovrebbe essere realizzata a Mirafiori, e della versione cabrio della sportiva che debutterà a maggio 2020.

Dopo la fine della produzione della GranTurismo e della GranCabrio iniziano i lavori di aggiornamento delle linee di produzione Maserati di Modena, che ospiterà la costruzione della nuova super sportiva.

In parallelo è già iniziata la costruzione di una linea di verniciatura, del tutto nuova per l'impianto, dotata di tecnologie innovative a basso impatto ambientale e di un design particolare in grado di permettere ai clienti di assistere personalmente alla verniciatura della propria auto.

Maserati GranTurismo fece il proprio debutto sul mercato nel 2007 proprio al Salone di Ginevra: sostituì la Maserati Coupè e adottò la medesima piattaforma della Maserati Quattroporte. Aveva un motore nato dalla collaborazione con Ferrari, un V8 da 4.000cc che erogava 405 CV di potenza con una coppia massima di 460 Nm e regolato da un cambio sequenziale a 6 rapporti.