Jorge Lorenzo: "A Valencia la mia ultima gara"

Jorge Lorenzo:

Lo spagnolo ha deciso di dire "basta", e lo spiega per mezzo di un discorso accorato, preceduto da un lungo applauso, con il maiorchino apparso molto emozionato ma anche come un uomo che si sia tolto un enorme peso dalle spalle. "Ho avuto un brutto incidente a Montmelò e dopo qualche giorno un'altra caduta". Anche se i risultati non sono stati buoni, questa motivazione mi ha spinto ad andare avanti - ha sottolineato Lorenzo -. Il terzo è quando vinci la prima Coppa del mondo, qualcosa che non ottengono tutti e infine il quarto momento quando si annuncia il ritiro.

Jorge Lorenzo motiva così l'addio alla MotoGP. Ma non volevo avere fretta nel prendere questa decisione. Però se non hai la motivazione per rischiare ancora... Ma questo non è avvenuto. "Così dopo il GP in Malesia ho preso la decisione del ritiro e l'ho comunicata". Anche Andrea Dovizioso si allinea, ricordando la sfortuna che ha accompagnato Lorenzo nelle ultime stagioni, soprattutto a livello fisico: "Lo sport è così, a volte è difficile continuare". La moto non mi piaceva, non offriva confidenza davanti, risultati poveri, non c'e' stata evoluzione in velocita'. Ho iniziato subito ad avere un ruolo importante. "Non ho potuto essere nelle condizioni fisiche normali per essere competitivo e veloce, questa è una moto non adatta al mio modo di correre". Lui comunque è stato un pilota incredibile e con personalità, un cinque volte campione del mondo. Presenti in platea, oltre a una selva di giornalisti, la mamma e di alcuni suoi colleghi del Motomondiale. Una versione confermata poco dopo da Ezpeleta, il quale ha poi annunciato che Lorenzo verrà nominato 'MotoGP Legend': "Ha avuto una grandissima carriera, ha vinto 5 titoli". Nel tweet che potete vedere qui sotto ha messo le foto di ieri, per lui più significative. E ancora: "Ho fatto molto per questo sport, chi ha lavorato con me sa che sono un perfezionista e che ci metto grande passione".