Influenza. Parte la campagna di vaccinazione

Influenza. Parte la campagna di vaccinazione

"Sulla base dei dati che abbiamo dall'Australia, che ci precede nell'inverno, questa sarà una stagione di dimensione numerica inferiore allo scorso anno, ma sono in circolazione due nuove varianti dei virus A/H1N1 e A/H3N2, che possono sviluppare forme influenzali con un rischio maggiore di complicanze".

La vaccinazione antinfluenzale è raccomandata e offerta gratuitamente alle persone ad alto rischio di complicanze o ricoveri correlati all'influenza come: donne in stato di gravidanza (vaccinazione indicata in tutti i trimestri di gestazione); uomini/donne di età pari o superiore a 65 anni; bambini a partire dai 6 mesi, ragazzi, adulti con patologie croniche (cardiovascolari/respiratorie/dismetaboliche/congenite, immunocompromessi...); bambini e adolescenti in trattamento con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye; pazienti di qualunque età ricoverati in strutture per lungodegenti.

Per gli over 65 sono previste inoltre sedute gratuite per il vaccino anti-pneumococco (gratuito anche per i soggetti di ogni età considerati a rischio dal Servizio sanitario nazionale) e quello anti-herpes zoster, in grado di ridurre del 50% i casi di zoster (noto anche come "fuoco di sant'Antonio"). "Oltre ai rischi per la salute, l'influenza provoca anche costi economici e sociali".

Nell'Ulss 2 la campagna vaccinale 2019/2020 avrà inizio lunedì 11 novembre per concludersi il 31 dicembre. Lo ripeto: "vaccinarsi è un gesto di attenzione verso se stessi e verso gli altri".

Come sempre il vaccino è consigliato per le persone con uno stato di salute più fragile, in particolare anziani e persone affette da patologie.

"Nella Provincia di Modena - spiega il Segretario Federazione Italiana Medici Medicina Generale di Modena Dante Cintori - da più di vent'anni i Medici di Medicina Generale si fanno carico di eseguire la Vaccinazione Antinfluenzale e dal 2017 anche quella per la Polmonite".

"La campagna antinfluenzale - ribadisce Gianluca Ceccarelli, amministratore delegato delle Farmacie Comunali di Arezzo, - è un momento immancabile dell'anno per prevenire l'arrivo del virus influenzale, rappresentando una piccola ma importante accortezza per preservare il benessere psicofisico e sociale".

"L'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Modena - precisa il Presidente Mauro Zennaro - ricorda che i vaccini sono un presidio sanitario con forte impatto sulla salute dei cittadini".

La Pneumo 13 per chi è nato nel 1954 e la Pneumo 23 ai nati nel 1953 già vaccinati lo scorso anno è somministrata dai medici di famiglia aderenti al progetto o dai centri vaccinali delle Asst. "Vacciniamoci per evitare la degenerazione di grandi influenze che colpiscono soprattutto gli anziani ed i bambini".