Incriminati due ex dipendenti di Twitter: "Spie di Riad"

Incriminati due ex dipendenti di Twitter:

Le autorità federali degli Stati Uniti hanno accusato due ex dipendenti di Twitter di aver eseguito azioni di spionaggio per conto dell'Arabia Saudita. Il primo è un cittadino saudita mentre il secondo possiede la cittadinanza americana, ed entrambi avrebbero usufruito delle proprie posizioni lavorative per conto dell'Arabia Saudita, come sostiene lo stesso Dipartimento di Giustizia. Le informazioni fornite dai due dipendenti di Twitter alle autorità saudite includevano presumibilmente gli indirizzi e-mail, gli indirizzi IP e le date di nascita di circa 6.000 utenti di Twitter, che avevano pubblicato commenti negativi sulla famiglia reale saudita sui social media.

Alzabarah, insieme ad un altro dipendente di Twitter, il 41enne Ahmad Abouammo, hanno ricevuto denaro e regali dal governo saudita in cambio della fornitura di informazioni private su specifici utenti di Twitter. "Oltre ad essere criminali, la loro condotta era contraria ai principi della libertà di parola su cui questo paese è stato fondato", ha detto il Vice Procuratore generale per la Sicurezza Nazionale John C. Demers in un comunicato stampa del Dipartimento di Giustizia.

Il caso, che è attualmente in mano al tribunale federale di San Francisco, secondo l'accusa dimostrerebbel'intenzione, da parte del governo saudita, di "silenziare" le voci del dissenso presenti all'estero.

Alzabarah è accusato in particolare di aver dato al regime i dati personali di più di 6mila utenti di Twitter nel 2015, di aver falsificato documenti e aver mentito all'FBI. Secondo gli inquirenti, poi, un terzo individuo, Ahmed Almutairi, cittadino saudita, avrebbe agito da intermediario tra i funzionari di Riad e i due ex dipendenti di Twitter. Questi ultimi due personaggi non sono finiti in manette perché si pensa siano ora in Arabia Saudita. Continueremo ad utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per portare a termine la nostra missione.

Gli agenti speciali dell'ufficio del campo dell'FBI Settle hanno arrestato Abouammo nella sua casa di Seattle martedì.

Twitter ha dichiarato di aver riconosciuto le manovre compiute dagli attori malevoli per cercare di minare il suo servizio: "Comprendiamo gli incredibili rischi affrontati da molti che usano Twitter per condividere le loro prospettive con il mondo e per rendere responsabili quelli al potere".