Ettore Bassi, lo sfogo della moglie: "Sono ostaggio di mio marito"

Ettore Bassi, lo sfogo della moglie:

Non è detto che se nella fiction interpreti un carabiniere, ti comporti con la dignità di un uomo della Benemerita.

Si dice "disperata" l'ex moglie di Ettore Bassi, Angelica Riboni, che in un'intervista rilasciata al settimanale Oggi ha rivelato dettagli quasi inquietanti rispetto al rapporto con il suo ex marito.

Parole smentite duramente da Angelica, che ha dipinto un altro quadro della situazione.

Angelica ed Ettore si erano conosciuti nel 2000 e nove anni dopo avevano deciso di sposarsi.

"Non ho una vita, non ho un soldo, sono ostaggio di mio marito e di cavilli burocratici".

Angelica Riboni accusa l'ex marito di non essere un padre modello, come può sembrare al pubblico: "A settembre si è fatto vedere dalle nostre tre figlie solo una volta e nel tentativo di accordo di separazione garantiva la sua presenza solo due giorni al mese".

Il processo di divorzio tra i due, inoltre, sta allungando notevolmente i tempi a causa di alcune richieste avanzate da Ettore Bassi.

A preoccupare l'ex moglie dell'attore è anche il fatto che lui abbia fatto di tutto per spostare il processo a Bari, città d'origine dell'attore. Ora è pure ricorso in Cassazione, per riuscirci. "Oppure vuole solo perdere tempo".

La Riboni, che ha sempre tenuto molto alla privacy della sua famiglia, ha poi voluto lanciare un appello all'ex marito: "Ettore, lascia perdere la Cassazione, andiamo davanti a un giudice, stabiliamo di chi è la colpa della separazione e chiudiamo questa manfrina, per il bene di tutti".

LEGGI ANCHE: Ictus: tipi, trattamento e sintomi.