E-cig, 'Vitamina E acetato forte causa di malattie'

E-cig, 'Vitamina E acetato forte causa di malattie'

Si tratta della vitamina E acetato, un ingrediente aggiunto ai prodotti a base di Thc, principio attivo della cannabis.

Per risalire alla vitamina E acetato, sono stati prelevati dei fluidi dai polmoni di 29 pazienti malati.

I casi di malattie legate all'uso delle sigarette elettroniche negli Usa "sono dovuti alla deregulation su questi prodotti negli Stati Uniti, e non potrebbero ripetersi in Europa".

Ancora una brutta notizia per i fumatori di sigarette elettroniche: bisogna fare attenzione ad alcune sostanze che aspiriamo, una in particolare: la vitamina E acetato (noto come α-tocoferolo acetato), un composto chimico che si presenta come un liquido oleoso viscoso di colore limpido giallo pallido.

I campioni, ha concluso Schuchat, "hanno fornito la prova della presenza di vitamina E acetato nel sito principale delle lesioni ai polmoni". La Regione insieme all'Istituto Superiore di Sanità ha deciso anche di avviare un monitoraggio nelle scuole per valutare l'utilizzo delle e-cig nei ragazzini tra i 13 e i 16 anni. Ciò nonostante il livello di allerta a riguardo è stato innalzato in attesa di capire con certezza cosa causi le malattie.

Le sigarette elettroniche possono contenere nicotina, ma possono anche essere utilizzate per smettere di fumare, se le sostanze inserite sono sicure e certificate.

Vietato svapare sigarette elettroniche in ospedali, studi medici e strutture sanitarie della Regione Lazio. "L'effetto peggiore delle e-cig è proprio l'effetto di ingresso nel mondo delle dipendenze che ha per i giovani, come è successo in USA e sta succedendo in Italia".