Conte vola basso: "Sono venuto all'Inter per cambiare la storia"

Conte vola basso:

Secondo successo consecutivo in rimonta per l'Inter, che batte 2-1 l'Hellas Verona nell'anticipo della 12^ giornata di Serie A. Siamo felici di essere in testa perché non mi sarei mai aspettato trentuno punti dopo dodici partite. La squadra è stata brava a non perdere pazienza. Sono sempre riflessioni che facciamo in maniera costruttiva.

L'Inter sale, in attesa di Juventus-Milan, al primo posto in classifica: "Stiamo creando qualcosa di bello". Anche quando qualcosa va storto, ne facciamo tesoro per fare ulteriori passi avanti nel nostro percorso e crescere tutti insieme. "I nostri tifosi si meritavano questa vittoria". Non dimentichiamoci che oggi si trattava della settima partita giocata in venti giorni. Decidono le reti di Vecino e Barella dopo il rigore del momentaneo 1-0 di Verre: "La partita si è messa in salita contro una squadra che si è schierata con un 7-3 e una marcatura uomo ad uomo con un atteggiamento totalmente diverso rispetto a quello del Dortmund - ha spiegato l'allenatore nerazzurro ai microfoni di Sky Sport - Abbiamo spinto nell'intensità e grazie a questo siamo riusciti a vincere la partita, nonostante la stanchezza". Complimenti ai ragazzi. Ci tengo a dedicare il successo a mia figlia Vittoria che oggi compie 12 anni. Ha fatto il giro del mondo. "È stato protagonista nel gol dell'1-1 con una bella apertura ed è andato anche vicino al gol con una bella percussione".