Cina, l'ex bianconero Lippi si dimette dall'incarico di ct

Cina, l'ex bianconero Lippi si dimette dall'incarico di ct

A Dubai contro la Siria, arriva una sconfitta per 2-1 che porta proprio i diretti concorrenti ad allungare a +5 in classifica.

Marcello Lippi non è più l'allenatore della Cina: l'ex Juventus si è dimesso dopo la sconfitta contro la Siria nelle qualificazioni ai Mondiali. Alla successiva fase delle qualificazioni asiatiche (3° turno) approdano le vincenti degli otto gruppi e le quattro migliori seconde (di cui attualmente la Cina fa parte).

"Guadagno tanti, tanti soldi e non voglio rubarli". E non li voglio rubare. "Irrevocabili" sono le sue prime dichiarazioni, prima di abbandonare la sala stampa. 71 anni, Lippi era al secondo mandato da commissario tecnico, dopo il triennio 2016-19, nella quale ha portato la selezione cinese alla Coppa d'Asia. Niente panchina quindi, ma non è esclusa un possibile ruolo da dirigente: oltre che per la Nazionale (si era parlato di un ruolo da direttore tecnico all'epoca di Ventura), Lippi è stato in passato accostato anche al Milan sempre come dirigente.