Brescia, ufficiale: esonerato Eugenio Corini. Il comunicato del club

Brescia, ufficiale: esonerato Eugenio Corini. Il comunicato del club

"Grazie di cuore. Avete dimostrato di essere veri uomini, non come chi nega l'evidenza", le parole di 'Super Mario'. L'attaccante del Brescia, preso di mira dai tifosi dell'Hellas, ha interrotto l'azione di gioco che lo vedeva protagonista e calciato violentemente il pallone sugli spalti, proprio vero il settore dal quale provenivano i "buu" razzisti. Vergognatevi, vergognatevi, vergognatevi davanti ai vostri figli, mogli, genitori, parenti, amici e conoscenti.

"Quando ci sono cori razzisti non ho alcuna paura a dirlo, mi fanno schifo, ma oggi non c'è stato nulla - ha aggiunto -". Martedì sul caso si esprimerà il giudice sportivo, ma è probabile che chieda alla Procura federale un supplemento d'indagine per stabilire quanti siano stati i tifosi del Verona coinvolti. Solo grandi fischi e cori provocatori nei confronti di un grande giocatore. Condanniamo il razzismo. Abbiamo anche giocatori di colore in squadra.

Dopo la sconfitta di Verona Eugenio Corini è stato esonerato. Sì, ci siamo parlati e salutati dopo la partita. Ho parlato con Balo, gli ho chiesto scusa se qualcuno ha detto qualcosa, ma non si è sentito nulla in campo.

Primo tempo equilibrato al Bentegodi con il Brescia più vicino al vantaggio. L'arbitro ha sospeso la partita come doveva fare.