Bolivia, Anez presidente anche senza quorum in Parlamento

Bolivia, Anez presidente anche senza quorum in Parlamento

La senatrice dell'opposizione Jeanine Anez ha assunto l'interim della presidenza della Repubblica della Bolivia dopo le dimissioni di Evo Morales.

Esponente dell'opposizione, Jeanine Anez Chavez da oggi sarà presidente ad interim della Bolivia e assumerà il controllo amministrativo del paese fino alle prossime elezioni.

Morales dal Messico ha definito la nomina di Anez una "autoproclamazione" che costituisce "il golpe più subdolo e nefasto della storia". Ma tutti si sono dimessi, aprendo la strada ad Anez in qualità di secondo vicepresidente del Senato. I media hanno confermato che si tratta di manifestanti che chiedono le dimissioni della presidente ad interim Jeanine Anez, impegnata nel pomeriggio a confermare i responsabili delle Forze armate boliviane. Resta il fatto che la Costituzione boliviana, sostengono giuristi locali, prevede che affinché la rinuncia delle massime cariche dello Stato diventi effettiva le lettere di dimissioni debbano essere approvate dai due rami del Parlamento. "Il popolo boliviano è testimone del fatto che abbiamo fatto tutti gli sforzi necessari per canalizzare la presenza dei parlamentari delle tre forze politiche rappresentate, ma quelli del Mas non sono venuti", ha sottolineato Anez. Il capo dello Stato dimissionario ha poi sottolineato che "questa autoproclamazione infrange gli art.161,169 e 410 della Costituzione che determinano l'approvazione o il rigetto della rinuncia presidenziale, la successione costituzionale sulle presidenze di Senato e Camera dei Deputati, e la supremazia della Costituzione politica dello Stato".

ALTA TENSIONE - Intanto il Dipartimento di Stato Usa ha innalzato l'allerta per i viaggi in Bolivia al livello 4, che significa non viaggiare in quel Paese, e ha ordinato alle famiglie dei dipendenti governativi di lasciare subito la Bolivia.

Juan Guaidò, autoproclamato presidente del Venezuela ad interim, ha detto di riconoscere la senatrice dell'opposizione Jeanine Anez come presidente ad interim della Bolivia, parlando di "modello" per Caracas.

"Tutti sappiamo - ha aggiunto - che presidente e vicepresidente hanno abbandonato il Paese e le loro funzioni".