Barbara d’Urso piange a Domenica Live: "Nadia Toffa era una guerriera"

Barbara d’Urso piange a Domenica Live:

"Ci sono una serie di punti che non quadrano nell'intervista di oggi, dato che ha impedito a Barbara d'Urso di ospitarmi per una replica ed ha addirittura chiesto che mi coprisse il volto quando ha mostrato le nostre foto". Lo ha annunciato la signora Margherita, la mamma della conduttrice delle Iene morta lo scorso 13 agosto, durante la puntata di Domenica Live andata in onda ieri pomeriggio. Nella prefazione del libro "Non fate i bravi" ha scritto: "Raccogliere l'eredità lasciatami da Nadia spero possa aiutare tutte le mamme che con me condividono la stessa sofferenza".

La madre ha raccontato che nell'ultimo periodo di vita della figlia le è stata vicina giorno e notte: "Sono stata con lei giorno e notte, da quando si è ammalata a quando se n'è andata".

Un forte abbraccio è l'accoglienza che la d'Urso riserva a Margherita, mamma forte di una figlia forte: "Non l'ho mai abbandonata, nemmeno per andare a fare la spesa, sono stata con lei tutti i giorni". Dei fan che l'hanno seguita e amata in questi anni in tv e sui social, per coloro che l'hanno conosciuta solo per via della sua malattia e della sua battaglia ma, soprattutto, di amici e della famiglia che ha avuto modo di starle accanto fino alla fine. "E' venuta qua come una giornalista come tante, ma non lo era". Diceva: 'Se il mio percorso è finito, mi rincresce solo lasciare mia mamma'.

Benché nel tempo Nadia Toffa abbia sempre voluto rendere nota, in maniera più o meno approfondita, la sua condizione medica, c'è un dettaglio che non si conosce: il tipo di cancro che l'aveva colpita. "Lei aveva capito che anche nella malattia bisognava accettare le cose, ma anche andare avanti e continuare a combattere". Conosceva la gravità del suo male, ma era pronta a conviverci. Sapeva perfettamente quello che aveva. In effetti, è stata la mamma ad assisterla negli istanti prima che Nadia si spegnesse, un momento dolorosissimo che Margherita ricorda oggi così: "È lei che mi ha accompagnato, per un anno e mezzo. Il dono era che era cambiata dentro, aveva capito quanto è importante vivere e voler bene". "Ma lei è qui, è sempre qui".

A Domenica Live, abbiamo rivissuto alcuni dei momenti più belli e più intensi che la Toffa ci ha regalato.